prover

I Proverbi italiani

D

  • D'amore non si muore.
  • Da cosa nasce cosa.
  • Dagli amici mi guardi Iddio che dai nemici mi guardo io.
  • Dagli un dito e si prenderà un braccio.
  • Date a Cesare quel che è di Cesare.
  • Del prossimo anno chi l'entrata intacca, mangia il vitello in corpo della vacca.
  • Del senno di poi son piene le fosse.
  • Denari e santità la metà della metà.
  • Di buone intenzioni è lastricato l'inferno.
  • Di buoni proponimenti è lastricato l'inferno.Inferno

 

 

 

 




  • Dice il frumentone: tienmi largo, se vuoi che io ti carichi.
  • Dicono che è mercante anche chi perde, ma questo presto si ridurrà al verde.
  • Dieci soldi in più ma rosso.
  • Dietro al monte c'è la china.
  • Disgrazie e ombrelli sono più facili da portare quando sono degli altri.
  • Dio li fa e poi li accoppia.
  • Dio, se chiude una porta, apre un portone.
  • Dio manda il freddo secondo i panni.
  • Dio vede e provvede.
  • Disse il tarlo alla noce, dammi il tempo che ti foro.
  • Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei.
  • Domandando si va a Roma .
  • Domandare è lecito, rispondere è cortesia .
  • Donna al volante pericolo costante.
  • Donna al volante lumaca ambulante.
  • Donna barbuta, coi sassi si saluta.
  • Donna barbuta, sempre piaciuta.
  • Donna baffuta, sempre piaciuta.
  • Donna nana, tutta tana.
  • Donna pelosa, donna virtuosa.
  • Donna ridarella, o santa o puttanella.
  • Donne e buoi dei paesi tuoi.
  • moglie e buoi dei paesi tuoi

 

 

 

 



  • Donne e motori gioie e dolori.
  • Dov'è abbondanza di legna, vi è carestia di biade.
  • Dove andò la farina va il sacco.
  • Dove c'è gusto, non c'è perdenza.
  • Dove men si pensa rompe Po.
  • Dove non va acqua ci vuol la zappa.