prover

I Proverbi italiani

L

  • Larga la foglia stretta la via non dir la tua che basta la mia
  • La fortuna con il tempo diventa classe.
  • L' abito non fa il monaco.
  • L'abito non fa il monaco, ma lo veste. l-abito-non-fa-il-monaco
  • L' acqua corre al mare.
  • L'acqua cheta rovina i ponti.
  • L'acqua di maggio inganna il villano, par che non piova e si bagna il gabbano.
  • L'acqua fa l'orto.
  • L'acqua fa marcire i pali.
  • L'acqua fa marcire la pancia e fa venire i vermi.
  • L'acqua fa venire le rane nella pancia.
  • L'acqua lontana non spegne il fuoco .
  • L'acqua non è fatta per sposarsi.
  • L'acqua non si rifiuta neanche al peggior nemico. (detto meridionale)
  • L' amico si riconosce nel momento del bisogno.
  • L' asino che ha fame mangia ogni strame.
  • L'amore è cieco.
  • L' amore e il naso rosso non si possono nascondere.
  • L'amore non è bello se non è litigarello.
  • L'anima dell'uomo non è un sacco da riempire, ma un fuoco da accendere.
  • L'apparenza inganna.lapparenza-inganna
  • L' apparenza inganna e lo specchio mente.
  • L'appetito non vuol salsa.
  • L'appetito vien mangiando.
  • L'arcobaleno la mattina bagna il becco della gallina; l'arcobaleno la sera buon tempo mena.
  • L'assai basta e il troppo guasta.
  • L'eccezione conferma la regola.
  • La paglia vicino al fuoco brucia.
  • L'Epifania tutte le feste porta via.
  • L'erba del vicino è sempre la più verde.
  • L'erba "voglio" non cresce neanche nel giardino del re.
  • L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette.
  • L'occasione fa l'uomo ladro.
  • L'occhio del padrone ingrassa il cavallo.
  • L'ospite è come il pesce: dopo tre giorni puzza.
  • L'ospite e il pesce dopo tre dì rincresce.
  • L'ozio è il padre di tutti i vizi.
  • L'uccello in gabbia canta per invidia o per rabbia.
  • L'unione fa la forza.
  • L'uomo ordisce e la fortuna tesse.
  • L'uomo per la parola e il bue per le corna.
  • L'uomo propone e Dio dispone.
  • L'uomo propone e la donna dispone.
  • L'uomo senza denari è un morto che cammina.
  • L' uovo sodo strozza il gallo
  • L'uso serve di tetto ai molti abusi.
  • La bella moglie non l'ottiene l'infingardo.
  • La calma è la virtù dei forti.
  • La classe non è acqua.
  • La coda è la più lunga da scorticare.
  • La contentezza viene dalle budella.
  • La corda troppo tesa si spezza.
  • La coscienza vale mille testimoni e per mille accusatori.
  • La credenza è un errore si perde il denaro e l'avventore.
  • La dieta ogni cosa quieta.
  • La donna è come l'ombra: se l'insegui ti scappa, se scappi t'insegue.
  • La donna farà la fortuna di un uomo o farà la sua rovina.
  • La fame caccia il lupo dal bosco.
  • La fame è cattiva consigliera.
  • La farina del diavolo va tutta in crusca .
  • La fortuna aiuta gli audaci
  • La fortuna è cieca. la fortuna è cieca
  • La fortuna è cieca; ma la sfiga ci vede benissimo.
  • La fortuna non vuol fare anticamera.
  • La finzione poco vale per chi è del mestiere.
  • La fretta è cattiva consigliera.
  • La gatta frettolosa fa gattini ciechi.
  • La giraffa allunga il collo.
  • La goccia va sempre verso il mare .
  • La lingua batte dove il dente duole.
  • La lingua ossa non ha ma spezza le ossa.
  • La luna di gennaio è la luna del vino.
  • La luna di gennaio fa luce come giorno chiaro.
  • La luna mente: quando fa la C diminuisce, quando fa la D cresce.
  • La luna non cura l'abbaiar dei cani.
  • La luna regge il lume ai ladri.
  • La luna, se non riscalda, illumina.
  • La mala erba non muore mai.
  • La mala erba cresce presto.
  • La mala nuova la porta il vento.
  • La mamma dei cretini è sempre incinta.
  • La mamma dei cretini non muore mai. La mamma del peggio è sempre incinta.
  • La morte non ha paura del medico .
  • La migliore difesa è l'attacco.
  • La moglie di Cesare deve essere al di sopra di ogni sospetto.
  • La necessità aguzza l'ingegno.
  • La notte porta consiglio.
  • La pazienza è la virtù dei forti.
  • La pazienza non è infinita e c'è gente che farebbe perder la pazienza anche ai Santi.
  • La pianta si conosce dal frutto.
  • La prima acqua è quella che bagna.
  • La prima gallina che canta ha fatto l'uovo.
  • La Quaresima è corta per chi ha da pagare a Pasqua.
  • La religione non muore.
  • La ricchezza del contadino sta nelle braccia e chi ne vuole se ne faccia.
  • La saetta gira gira, torna addosso a chi la tira.
  • La semplicità era al principio del mondo, la semplicità sarà alla fine del mondo.
  • La sera leoni, la mattina coglioni.
  • La speranza è cattivo denaro .
  • La speranza è il pane dei poveri.
  • La speranza è il patrimonio dei bisognosi.
  • La speranza è il sogno dell'uomo desto.
  • La speranza è la miglior consolazione nella miseria.
  • La speranza è la miglior musica del dolore.
  • La speranza è la moneta spicciola della vita .
  • La speranza è la ricchezza dei poveri.
  • La speranza è l'ultima a morire.
  • La speranza è sempre verde.
  • La speranza è un balsamo per i cuor piagati.
  • La speranza è un piatto magro.
  • La speranza è un sogno nella veglia.
  • La speranza infonde coraggio anche al codardo.
  • La speranza ingrandisce, l' esperienza rimpicciolisce.
  • La speranza spesso è preferibile alla realtà.
  • La speranza troppo a lungo protratta strugge il cuore.
  • La superbia moltiplica i nostri nemici e mette in fuga i nostri amici.
  • La superbia mostra l' ignoranza .
  • La superbia è figlia dell'ignoranza.
  • La superbia va a cavallo e torna a piedi.
  • La vanga ha la punta d' oro , la zappa d' argento , l'aratro di ferro .
  • La vecchiaia si presenta con diciannove mancamenti e la goccia al naso che fa venti.
  • La vera nobiltà sono i costumi.
  • La verità viene sempre a galla.
  • La veste copre gran difetti.
  • La via dell'inferno è lastricata di buone intenzioni.
  • La vigna dice: "porta, ché riporti".
  • La virtù sta nel mezzo .
  • La vita è breve e l'arte è lunga.
  • La vita è il fine e il dì loda la sera.
  • Lavoratore buono, d'un podere ne fa due.
  • Le bugie hanno le gambe corte.
  • Le cattive nuove volano.
  • Le chiacchiere non fanno farina.
  • Le cose lunghe diventano serpi.
  • Le cose lunghe prendono vizio.
  • Le disgrazie non vengono mai sole.
  • Le donne degli altri sono sempre più "bone".
  • Le donne hanno i capelli lunghi e i cervelli corti.
  • Le donne non si toccano neanche con un fiore.
  • Le donne ne sanno una più del diavolo.
  • Le ore del mattino hanno l'oro in bocca.
  • Le parole sono femmine e i fatti sono maschi.
  • Le querce non fanno le melarance.
  • Le rose cascano, le spine restano.
  • Le rose sono belle, ma con esse ti puoi pungere.
  • Le teste di legno fan sempre rumore.
  • Le vacche nella stalla arricchiscono la borsa.
  • Le vie della provvidenza sono infinite.
  • Lento a mangiare, lento a lavorare.
  • Letame di cavallo non fa fallo, quello di bue fa quello che può, quello di pecora fa moltissimo.
  • Le arance sono oro al mattino; argento a mezzogiorno e piombo la sera.
  • Lo specchio riflette senza parlare, la donna parla senza riflettere.
  • Lontano dagli occhi, lontano dal cuore.
  • Loda il gran campo e il piccolo coltiva.
  • Loda il monte e tieniti al piano.
  • Lupo non mangia lupo.